VPN gratis: e la privacy?

Spesso e volentieri, i servizi gratis hanno limitazioni rispetto a quelli a pagamento. Vediamo a cosa dovete rinunciare nel caso delle VPN gratuite.

Non tutti coloro che vogliono usare una VPN sono pronti a pagare il servizio mensilmente. I fornitori di servizi VPN gratuiti promettono la navigazione anonima senza avere niente in cambio. Ma è davvero tutto oro quello che luccica? Se si va un po’ oltre al mero prezzo, si capiscono diverse cose. Online, i servizi VPN gratuiti non sono facili da trovare, per una buona ragione. Le VPN a pagamento non utilizzano i guadagni solo per andare a fare la spesa: i loro server necessitano di continua manutenzione. Infatti, le tecniche di crittografia devono essere sempre aggiornate, e i server fisici nelle diverse locazioni attorno al mondo hanno dei costi da sostenere, anche per garantire connessioni veloci e lo sviluppo di app dedicate.

Una “VPN gratis” implica che il fornitore del servizio deve in qualche modo rifarsi dei costi, compromettendo sulla qualità del servizio o sugli standard di sicurezza. Ogni provider è diverso, ma una VPN gratuita probabilmente viene messa a disposizione perché l’azienda che la fornisce sta guadagnando in altro modo e non è davvero interessata alla tua sicurezza e al tuo aninimato. Potrebbero anche usare l’esca della VPN gratuita per avere i tuoi dati e venderli ad altre compagnie, ad esempio per fini commerciali, facendoti ottenere l’opposto di quello che speravi: la mancanza assoluta di privacy.

Le app delle VPN gratuite non sono sicure?

Condividere le tue informazioni con un’azienda per utilizzare un servizio VPN potrebbe sembrare qualcosa di innocuo. Ma ci potrebbero essere serie ripercussioni se i tuoi dati sono venduti ad altre aziende, o rubati perché i sistemi di sicurezza dei provider di VPN gratuite non sono un granché. Un recente studio (articolo in inglese!) sui fornitori di VPN mostra come molti provider non sono in buona fede. Le app per smartphone di questi servizi VPN possono compromettere la tua sicurezza: esse chiedono permessi che non hanno niente a che fare con i servizi di VPN o sono usate per installare malware, causando grossi problemi a chi ha installato l’app.

I numeri sono davvero impressionanti: il 35% delle 283 app disponibile nel Play Store contengono malware. Scavando ulteriormente, i ricercatori scoprirono che alcune di queste app non utilizzano nessun tipo di crittografia, lasciando scoperti i dispositivi a degli attacchi.

Malware image

Quali servizi VPN gratuiti sono affidabili?

Fortunatamente ci sono diverse VPN gratis che non hanno secondi fini. Primo: la maggior parte dei provider di VPN offrono un periodo di prova. Altre offrono servizi gratuiti a fianco di quelli a pagamento, limitando però le velocità di connessione, la quantità di traffico disponibile o il numero di server a cui puoi accedere.

Qui sotto una lista di VPN affidabili con servizi gratuiti:

Hide.me offre servizi di VPN gratis con un limite di 2GB al mese, permettendo l’uso di 3 server sui 30 disponibili.

Tunnelbear è abbastanza popolare, nonostante il limite di 500MB al mese. Questo limite può essere aumentato leggermente condividendo dei tweet sul loro servizio con la tua rete di contatti.

Hotspot Shield è famoso perché non ha limiti sul traffico. Purtroppo, però, il servizio gratuito è davvero lentissimo rispetto alla controparte a pagamento. Gli utenti, oltretutto, devono sorbirsi delle pubblicità che appaiono di tanto in tanto.

Surfeasy offre un numero illimitato di server ma pone il limite di traffico a 500MB al mese.

Impostare la tua VPN personale, gratis!

Gli utenti di Internet più smanettoni farebbero bene a informarsi sullo sviluppo open-source. OpenVPN e SoftEther offrono modi interessanti per utilizzare le VPN senza spendere soldi in sottoscrizioni mensili. Lo svantaggio più grande è che devi avere davvero molta esperienza per riuscire a sviluppare la tua VPN. Oltretutto, devi utilizzare un servizio VPN esistente per loggarti o avere un server che si trova fisicamente in un’altra nazione. Puoi trovare più informazioni su come testare la tua connessione VPN in questo articolo dedicato.

Ultimo ma non meno importante: Opera. Questo browser, alternativa a Edge, Firefox e Chrome ha una VPN gratis inclusa davvero eccellente. Purtroppo, però, è valida solo per la navigazione (non, ad esempio, per scaricare torrent), permettendoti di avere un’esperienza di navigazione sicura e anonima.

Conclusioni

Nonostante “gratis”, “sicuro” e “anonimo” possono andare a braccetto, ci sentiamo comunque di consigliarvi l’utilizzo di uno dei servizi a pagamento tra quelli disponibili. I costi mensili sono relativamente bassi e il ritorno in sicurezza e privacy non è da sottovalutare. Per una lista dei migliori servizi VPN a pagamento, clicca qui!

Leave a Reply