Score: 7.1

Cyberghost è una VPN interessante, che ha molti punti di forza e altrettanti lati negativi.

  • Molti server in molti Paesi
  • App chiare e facili da usare
  • Aggira i blocchi geografici con maestria
  • Salva alcuni dati
  • No BitTorrent su smartphone
  • La compagnia proprietaria è altamente inaffidabile

Ratings

Speed8.5

Privacy and Security4

Servers8

Apps8

Customer support7

Total rating7.1

Features

Works with: Windows, Mac OS X, Android, iOS iPhone-iPad
Payment methods: PayPal, Credit Card, Bitcoin, iDeal
Speed: 8.5 / 10
Protocols: OpenVPN, PPTP, L2TP/IPSec, IKEv2
Log policy: No logs
Simultaneous connections: 7

Server

Cyberghost VPN ha un’offerta interessante per chiunque abbia bisogno di molti server sparsi per il mondo a un prezzo accessibile. Anche considerati alcuni lati negativi, di cui parleremo più avanti, la quantità e la velocità di server in relazione al prezzo è un’offerta molto allettante. L’azienda rumena può vantare 3676 server in 60 Paesi diversi. In genere, succede che alcuni server siano più lenti di altri, in base al numero di utenti connessi in contemporanea. Con nostra grande sorpresa, non abbiamo notato questo comportamento. Le velocità di tutti i server sono simili e molto buone.

Come succede per la maggiorparte di provider di VPN, molti dei server di Cyberghost si trovano in Europa e in America. E non mancano i Paesi più esotici, con server in Sud Adrica e Sud America. Ovviamente su questi server la velocità sarà più bassa della media, a causa dell’infrastruttura di rete meno avanzata rispetto a quella a cui siamo abituati. Ci fa piacere inoltre notare che non ci sono server in nazioni che sono pubblicamente contro la libertà di parola. Tutto considerato, dunque, la quantità e la distribuzione dei server di Cyberghost VPN è davvero impressionante, dando un’ottima scelta a chiunque avesse la necessità di connettersi da nazioni meno gettonate.

L’App di Cyberghost

L’applicazione desktop di Cyberghost è davvero interessante. Il processo di installazione, sia per Windows sia per MacOS, è immediata, e la maggior parte delle funzioni sono già disponibili. Non appena termini il processo di abbonamento, il sito ti manda istantaneamente alla pagina di download, il quale inizia immediatamente rilevando il tuo sistema operativo. I più bravi troveranno questo comportamento un po’ invadente, mentre chi non è molto pratico apprezzerà davvero il non dover districarsi tra “32-bit”, “64-bit” e altre diciture misteriose.

Diamo dunque un’occhiata più approfondita al software per desktop. La schermata iniziale è chiara e facile da leggere, e ti permette di connetterti facilmente a un server VPN. Per avere più opzioni basta cliccare sull’icona del menù laterale. Qui puoi ottenere una visione più completa dei server disponibili, suddivisi per per Paesi, funzione (P2P o streaming) e quanto traffico sta passando per quel server.

App startup

L’applicazione di Cyberghost ti da molte possibilità di configurare la connessione. C’è la protezione contro il leak DNS e, ovviamente, un Kill Switch. Oltre a queste opzioni standard, ce ne sono altre meno convenzionali come quella di poter forzare una connessione HTTPS anche in siti che hanno un certificato scaduto. Queste opzioni rendono Cyberghost una scelta interessante, anche per i più esperti. Abbiamo però notato alcune debolezze: ad esempio, l’ad-blocker non è riuscito a bloccare tutte le pubblicità che abbiamo trovato.

App connection features

App connection settings

App details

App settings

L’app per mobile, invece, è molto più limitata. Molte delle funzionalità aggiuntive della versione desktop mancano su smartphone, e il numero di impostazioni è molto minore. C’è però una funzionalità molto interessante, che permette di comprimere il traffico dati. In questo modo si riesce a consumare meno dati, per coloro che hanno un’offerta mobile limitata a un certo quantitativo di GB. È bene tenere a mente, però, che questa funzione rallenta un po’ la connessione. Le app di Cyberghost, in generale, ti permettono di applicare determinate impostazioni solo su reti specificate da te: questo ti permette di creare delle eccezioni per le reti di cui ti fidi, come quella di casa, ma di tenerle attive per connessioni aperte.

Blocchi geografici

Cyberghost ci tiene molto a farci sapere delle sue abilità di aggirare i blocchi geografici. Non solo per il catalogo americano di Netflix o per l’iPlayer della BBC, ma  anche per servizi meno supportati come Hulu e HBO Go. Ovviamente ci sono tante altre VPN che dichiarano di poter fare lo stesso, ma molte di queste finiscono per non funzionare. Questo non sembra essere il caso per Cyberghost. Sorprendentemente, molti servizi funzionano istantaneamente, senza nessun problema. Ci sono server specializzati per diversi tipi di servizi di streaming. Con poche eccezioni, la maggior parte di questi server ha funzionato egregiamente. La velocità di connessione, per tutti questi server, è stata sufficiente per lo streaming in Europa di contenuti americani in Full HD (1080p).

C’è però un disclaimer che ci sentiamo di fare: Cyberghost, come tutti gli altri provider di VPN, sono in costante lotta con i vari servizi di streaming che cercano di implementare questi blocchi. Al tempo di scrittura di questo articolo, tutte le funzionalità di cui abbiamo parlato funzionano; nonostante ciò, le cose potrebbero cambiare col tempo. Per adesso, Cyberghost offre dei server perfettametne funzionanti, e ci aspettiamo che per almeno un po’  di tempo rimarrà tutto inalterato.

Velocità

I server di Cyberghosts VPN offrono velocità eccellenti, specialmente in Europa e negli USA. Dato che l’applicazione mostra in maniera chiara quali sono i server meno carichi, puoi facilmente scegliere quello che ti darà la velocità maggiore. Come c’è da aspettarsi, le connessioni nel resto del mondo non sono altrettanto performanti. Per darti un’idea, abbiamo provato a connetterci a un server in Kenya: con una velocità di download di 5.59 Mb/sec, si pone decisamente sotto la media. Nonostante ciò, dando un’occhiata alla media nazionale, abbiamo capito che la bassa velocità è da imputarsi all’infrastruttura del Paese.

Tutti i server per P2P e streaming hanno performato egregiamente. I server P2P, però, non sono disponibili in america. Non solo: i server specializzati in download tramite P2P non sono disponibili su mobile. La ragione? Cyberghost non permette il download da questo tipo di reti su mobile. Un piccolo lato negativo per chi vuole utilizzare BitTorrent anche sullo smartphone.

Speedtest NL serverSpeedtest UK serverSpeedtest Kenya server

Costi

Quando si tratta di abbonamenti, Cyberghost rimane sul semplice. Tutti gli abbonamenti hanno esattamente le stesse funzioni, l’unica cosa che cambia è il prezzo e quanti mesi paghi in anticipo. L’abbonamento mensile, pagato singolarmente, costa € 11.99. Scegliendo di pagare un anno anticipato, il prezzo cala drammaticamente fino a € 5.29 al mese. Per due anni anticipati, il prezzo è di € 3,29 al mese e, la più economica, per tre anni anticipati il prezzo è di € 2,45 al mese. C’è anche l’opzione di ottenere un indirizzo IP privato, che ha un costo di ulteriori € 5,00 al mese.

cyberghost prices

Abbiamo notato che ci sono alcuni siti che offrono un’abbonamento a vita a Cyberghost VPN. Quest’offerta non è presente sul loro sito Internet, ma solo tramite altre aziende. Una veloce ricerca di Google vi farà trovare questa offerta. Noi però non raccomandiamo di abbonarsi a vita: non solo perché i costi sono piuttosto alti, ma anche perché “a vita” significa “finché esiste l’azienda”. Siamo purtroppo stati testimoni di molte aziende che hanno offerto un servizio “a vita” per poi intascarsi i soldi e chiudere baracca. Vi invitiamo dunque a stare molto attenti se state considerando di acquistare un abbonamento “a vita”.

Se si compara il prezzo offerto da Cyberghost con quello della concorrenza, la struttura pare essere ragionevole. Soprattutto per abbonamenti più lunghi, il costo si fa interessante Se dovessimo paragonarli al provider migliore che abbiamo recensito sinora, a livello di prezzo si collocherebbero subito sotto. Non solo: se siete alla ricerca di una VPN specializzata nell’aggirare i blocchi geografici, Cyberghost è una delle migliori.

Privacy e Sicurezza

Sfortunatamente, questa è la parte della recensione dove Cyberghost risente del confronto con altri provider di VPN che abbiamo recensito. Inizialmente sembra essere tutto in ordine. Cyberghost utilizza i protocolli di criptaggio più sicuri. Se si guarda un po’ più a fondo, però, alcune cose iniziano a trasparire. prima di tutto non c’è nessuna policy sui log disponibile sul loro sito. Nonostante loro dichiarino di non collezionare nessun dato, un po’ più in basso si legge che alcuni dati in realtà vengono presi e salvati. Non solo, alcuni di questi dati vengono condivisi con altre aziende. Oltre a usare script di monitoraggio come Hotjar, Cyberghost condivide i propi dati con aziende come Mixpanel.

DNS leak test

DNS leak test NL server UK resultaat

C’è un report di trasparenza sul loro sito, ma la maggior parte delle informazioni che danno è difficile da verificare. Il report afferma che la compagnia riceve molte richieste di fornire dati o bloccare alcuni indirizzi IP. Come Cyberghost risponde, però, non è chiaro. Il report menziona però che è illegale usare il loro servizio per infrangere la legge. Il che ci sembra una chiara indicazione che l’azienda potrebbe accettare di dare via dei dati in caso di dissidenza nei paesi in cui la libertà di parola non è riconosciuta.

Oltre a questo, c’è da considerare chi possiede Cyberghost. La compagnia ha iniziato a operare in Romania, ma fu venduta nel 2017 all’azienda israeliana Crossrider. Questa compagnia ha poi cambiato il nome in Kape Technologies. La ragione sembra molto chiara: Crossrider ha una brutta reputazione quando si tratta di privacy e sicurezza. Infatti sono stati direttamente collegati a episodi di distribuzione di malware. Verso la fine del 2018, la compagnia è stata trovata responsabile di aver distribuito delle versioni maligne di Adobe Flash.

Infine, la policy sulla privacy menziona il fatto che Crossrider (ora Kape Technologies), ha tutto il diritto di lavorare con i governi e con agenzie private nel caso di infrazione della legge. La menzione delle agenzie private è motivo di vero cruccio. Utilizzare Cyberghost per guardare il Netflix americano va più che bene. Utilizzarlo per scrivere articoli contro il governo in un Paese dove la libertà di parola non è garantita, è estremamente sconsigliato.

Netflix e Torrent

Il punto forte di Cyberghost VPN è proprio quello di aggirare i blocchi geografici. I server per lo streaming sono tutti di altissima qualità e performano egregiamente. Qualsiasi server abbiamo provato ci ha dato accesso instantaneo al catalogo americano di Netflix, e anche altri servizi funzionano benissimo.

Cyberghost ti dà anche la possibilità di avere un indirizzo IP privato: dato che sarai l’unico a utilizzarlo, le probabilità che quell’indirizzo venga bloccato dai servizi di streaming è praticamente zero.  Ti dà inoltre l’opzione di raggiungere il tuo PC in remoto senza dover usare una tua VPN privata.

Anche BitTorrent funziona perfettamente. Però, solo se usi un PC: su smartphone le connessioni P2P non sono permesse. Nonostante ciò, a causa della policy da loro adottata, non è del tutto improbabile che utilizzare Cyberghost per scaricare materiale protetto da copyiright non possa risultare in una diretta denuncia da parte di Cyberghost, visto quanto scritto sul “collaborare con aziende private”. Fai dunque molta attenzione.

Servizio Clienti

Cyberghost ci tiene a rendere l’utilizzo dei propri servizi il più facile possibile. Se però dovessi comunque avere bisogno di aiuto, puoi aprire un ticket, contattare tramite chat o scrivere su un forum di supporto. Il database di domande è enorme, ma gli articoli non sono di molrto aiuto: ci sono poche informazioni e difficili da comprendere.

Per trovare qualcuno in chat ci vuole un po’ di tempo: una volta connessi, però, troviamo uno staff competente e capace di assisterti per ogni tua richiesta.

Conclusion

Non capiamo perché Cyberghost ottiene punteggi così alti su altri siti che come noi recensiscono servizi VPN, vista e considerata la policy della compagnia. Per coloro che prendono davvero con serietà la privacy e l’anonimato, non raccomandiamo assolutamente di procedere con l’acquisto di un abbonamento. L’azienda che possiede Cyberghost è assolutamente inaffidabile, e la policy no-log è inesistente. Se invece vuoi una VPN al solo scopo di aggirare i blocchi geografici, Cyberghost ti offrirà connessioni veloci e stabili. Il numero di server e la loro locazione è davvero impressionante. E, per abbonamenti più lunghi, il prezzo è molto conveniente. Non solo: puoi provare gratuitamente il servizio per 45 giorni e disdirlo se non ti trovi bene, riavendo indietro i tuoi soldi.

Cyberghost è una VPN interessante, che ha molti punti di forza e altrettanti lati negativi. Per i più esperti, ci sentiamo di sconsigliarla. Coloro che vogliono un modo facile, veloce e stabile per aggirare i blocchi geografici, possono provare il servizio e vedere come si trovano.