Quando sentiamo parlare di VPN, spesso le associamo direttamente ai servizi di streaming e ai loro tentativi di bloccare gli accessi fuori dal paese di appartenenza.

Prima della legge dell’Unione Europea sulla portabilità, chi si trovava in vacanza nel vecchio continente e voleva connettersi, ad esempio, a Mediaset Premium, veniva accolto da un messaggio che comunicava l’indisponibilità del servizio per quella nazione. Nonostante questo non sia più il caso, le VPN hanno ancora tantissimo da offrire, anche nel Bel Paese!

Perché usare una VPN in Italia?

Le ragioni che spingono tantissimi utenti ad adottare una VPN in Italia sono molteplici.

Siamo ben lontani dall’essere una dittatura che vieta il diritto di parola, per cui le ragioni sono spesso più ludiche rispetto a quelle degli utenti di altri paesi del Medio-Oriente o dell’Asia. Ma, nonostante ciò, ci sono anche ragioni di sicurezza.

Per completezza, ecco cosa fanno le VPN.

Le VPN ci fanno accedere a siti oscurati

In un nostro recente articolo abbiamo spiegato come fare ad accedere a Il Nero Corsaro, che insieme a tanti altri servizi di torrenting è stato oscurato dal governo italiano per violazioni sulle leggi sul copyright. Su questi siti, però, non ci sono solamente file coperti da diritti d’autore, ma anche libri, musica e film per i quali i diritti sono scaduti o non sono mai esistiti.

Usare una VPN ti permette di aggirare i blocchi del governo e accedere ai servizi di torrenting per scaricare questi file in maniera del tutto legale.

Le VPN criptano la nostra connessione proteggendo i nostri dati

Un altro motivo per cui adottare una VPN è una decisione intelligente è la sempre più crescente disponibilità di reti Wi-Fi pubbliche.

Accedere ai propri servizi bancari o semplicemente ai propri account social su rete pubblica è molto rischioso, in quanto un malintenzionato potrebbe approfittare del basso livello di protezione della rete per rubare tali informazioni. Grazie alle VPN, tutto il proprio traffico è criptato, e illeggibile da qualsiasi hacker.

Le VPN bloccano le fastidiose pubblicità mirate

Se ti è mai sembrato di essere spiato dal tuo cellulare, tanto da parlare di “cibo per il cane” e trovarti subito dopo una pubblicità al riguardo, vogliamo tranquillizzarti: le tue non sono paranoie.

Purtroppo le nostre attività, sebbene anonimizzate, permettono a siti e App di offrirci offerte in base a quello che scriviamo, diciamo o ai siti che visitiamo.

Grazie alle VPN questo diventa impossibile. Nessuno saprà ricollegare il tuo indirizzo IP a quello che fai mentre navighi.

Le VPN aggirano i blocchi geografici

La legge sulla portabilità dell’Unione Europea non è una panacea contro tutti i mali.

Se vuoi espandere il tuo catalogo Netflix accedendo a quello americano, hai bisogno di una VPN.

Se ti trovi in un paese extra-UE e vuoi accedere ai tuoi servizi di streaming italiani, hai bisogno di una VPN.

Se vuoi usufruire di una offerta specifica per un certo paese (come spesso succede per i biglietti aerei), hai bisogno di una VPN. Come vedere Netflix USA in Italia

VPN gratuite per l’Italia

Quali sono le migliori VPN gratis per l’Italia?

Questa è una domanda che ci fanno in molti. La risposta, purtroppo, non è semplice e ai più fa storcere il naso. Iniziamo col dire che fornire servizi VPN è estremamente costoso: si devono noleggiare server in giro per il mondo, bisogna implementare metodi di crittografia complessi e, sembra banale, bisogna farsi pubblicità.

Bisogna quindi chiedersi da dove scaturiscono i guadagni delle VPN gratuite. Diversi scandali dopo, è chiaro: vendono i tuoi dati alle compagnie pubblicitarie. Oltre a ciò, molte VPN gratuite hanno esposto le password dei propri utenti salvandole nei propri database “in chiaro”, ovvero senza prima codificarle per renderle illeggibili.

Il più delle volte, se non sempre, le VPN gratuite vengono meno ai due principi, fondamentali, di privacy e protezione.

Alcune VPN gratuite affidabili esistono, e un esempio è quella implementata dal browser Opera. Purtroppo, però, spesso risulta molto lenta e non ha nessuna funzionalità di sblocco dei contenuti geografici, proprio perché implementare queste funzioni senza chiedere denaro in cambio sarebbe per loro troppo costoso.

Le migliori VPN per l’Italia

Cerchiamo dunque di essere onesti e trasparenti con i nostri lettori: il nostro consiglio di stare alla larga dalle VPN gratuite nasce da una genuina volontà di assicurarci che possiate navigare in Internet nell’anonimato e con la massima protezione. Dunque, vogliamo consigliarvi alcune VPN che, per pochi euro al mese, possono darvi la possibilità di:

  • aggirare i blocchi geografici, per poter accedere al catalogo Netflix americano o accedere ai propri servizi di streaming mentre si è in paesi extra-UE o per accedere a offerte dedicate a specifiche aree geografiche;
  • navigare in sicurezza mentre si è connessi a reti pubbliche, facendovi dormire sonni tranquilli anche nel caso di utilizzo di online banking;
  • rimanere nel totale anonimato, grazie a una policy “no log”, per poter navigare lontano da occhi indiscreti e per poter finalmente dire addio alle fastidiose pubblicità mirate;
  • accedere ai siti oscurati.

Per una ricerca approfondita della VPN che fa per voi, vi rimandiamo alla nostra Top 10. Per chi avesse bisogno di prendere una decisione velocemente, consigliamo:

NordVPN: VPN veloce e sicura che, a costi contenuti, vi permette di navigare online nell’anonimato.

ExpressVPN: per chi ha bisogno di velocità anche a discapito del prezzo, senza rinunciare a un alto livello di protezione.

5 Euro VPN: per chi vuole proteggersi al prezzo più basso presente sul mercato.

Conclusione

Le ragioni per usare una VPN anche in Italia sono tante, e speriamo di avertele spiegate con chiarezza e di averti convinto a stare alla larga dalle VPN gratuite. Siamo sicuri che, con una piccola spesa mensile, sentirete i benefici di una navigazione sicura, anonima e che vi permetterà di dormire sonni tranquilli.

Buona navigazione!

Lascia un commento