In questo articolo vogliamo fornirvi la lista definitiva dei siti per torrent ancora funzionanti in Italia. Come molti di voi sapranno, l’AGCOM si è allineata a quanto già fatto in altri paesi europei oscurando in massa i siti per torrent più famosi. Nonostante l’utilizzo dei torrent sia diminuito grazie all’avvento dei servizi di streaming ad abbonamento, moltissimi utenti cercano un modo per sbloccare i siti oscurati in modo da poter scaricare musica, film, serie TV, libri e molto alto.

Ma accedere a questi siti è legale? E scaricare torrent? E quali sono i siti di torrent ancora funzionanti nel 2020?

È illegale scaricare torrent? Quali sono i rischi?

Innanzitutto vogliamo rassicurarvi di una cosa: in questo momento, in Italia, accedere ai siti oscurati dall’AGCOM non è illegale. L’atto illegale è quello di scaricare materiale coperto da copyright. Dunque il semplice aggirare i blocchi DNS per accedere a Il Corsaro Nero o a qualche altro sito di torrent non configura di per sé un reato.

Come non lo è, tra l’altro, scaricare torrent: moltissimo materiale disponibile online non è coperto da copyright, o perché l’autore non ne ha mai fatto richiesta, o perché i diritti d’autore sono scaduti. Dunque, scaricare libri, riviste, paper scientifici, cortometraggi, lungometraggi o musica a libero utilizzo non è illegale.

Come già anticipato, l’illegalità sta nello scaricare contenuti coperti da copyright, come ad esempio film o serie TV di cui i diritti sono detenuti da qualche rete televisiva o compagnia di media. Aggirare però questi blocchi per scaricare file liberi dal diritto d’autore, dunque, è perfettamente legale.il corsaro nero

A cosa devo stare attento quando scarico dei torrent?

Innanzitutto devi stare attento a quello che può capitare durante la ricerca del torrent corretto. Infatti, molti siti che si identificano come motori di ricerca per torrent, altro non sono che un covo di virus, spyware e malware.

Dunque è bene fare molta attenzione quando si cliccano bottoni del tipo “scarica ora”, in quanto i file che vengono scaricati potrebbero essere dei malware. Un modo per difendersi è quello di utilizzare solamente motori di ricerca di torrent riconosciuti e famosi. Proprio a questo proposito, in questo articolo vi forniremo una lista di siti funzionanti per il torrenting. E, ovviamente, non fidatevi mai se vedete apparire qualche pubblicità per la quale avete vinto qualcosa!

Un altro modo per difendersi è quello di utilizzare una VPN. Molte di esse, infatti, offrono un’ottima protezione contro i tentativi di phishing, i malware e tante altre minacce che il web riserva. Continuando a leggere, ti forniremo quali sono, secondo noi, le migliori VPN a cui affidarsi per il download di torrent.

Quali sono i migliori siti di torrent italiani funzionanti nel 2020?

Arriviamo dunque al nocciolo della questione. In questa lista vogliamo presentarvi non solo i siti di torrent con interfaccia in italiano, ma anche tutti i siti di torrent che hanno contenuti in italiano o che possono fornirvi contenuti – come ad esempio la musica – in cui la lingua è solamente un “plus”.

Ovviamente questa lista non è esaustiva: la aggiorneremo periodicamente per includere nuovi siti da noi testati oppure siti che non funzionano più.

Il Corsaro Nero

Il Corsaro Nero è sicuramente, nel nostro Paese, il sito di torrenting più utilizzato. Il nome è un omaggio all’inglese “The Pirate Bay”, da cui trae ispirazione. Il Corsaro Nero ha moltissimi contenuti in italiano ed è gestito da una community appassionata e attiva

Corsaro.red

Corsaro.red ha un’interfaccia moderna, e ha a disposizione un buon numero di contenuti in italiano e in inglese. Oltre a ciò, è possibile cercare file in base alla categoria, permettendo di trovare facilmente quello che si sta cercando.

Lime Torrents

Lime Torrents prende il nome (e il logo) da una famosa piattaforma P2P non più in funzione, chiamata LimeWire. Nonostante Lime Torrents sia perlopiù frequentato da utenti internazionali, è possibile trovare anche dei contenuti in italiano.

The Pirate Bay

The Pirate Bay è, senza ombra di dubbio, il motore di ricerca di torrent più famoso. I contenuti in italiano non sono molti ma, se la lingua non è un problema, avrete un fiume di contenuti a vostra disposizione. Tentar non nuoce!The Pirate Bay per l'Italia

KickAssTorrent

KickAssTorrent è stato uno dei primi motori di ricerca a ricevere fama internazionale. E, dunque, anche uno dei primi siti a essere oscurato dall’Italia. Similmente a The Pirate Bay i contenuti sono per la maggior parte internazionali. Ma, cercando bene, potrete trovare anche torrent in italiano.

Come accedere a questi siti senza restrizioni?

Accedere a questi siti è semplice, ma senza il giusto strumento è del tutto impossibile. Dato che tutti gli ISP italiani (come Vodafone, Tim, Wind ecc.) hanno dovuto oscurarli sotto ordine dell’AGCOM, lo scrivere semplicemente l’URL su Chrome non basterà ad accedervi.

L’unico modo per riuscire ad aggirare questi blocchi, è “fingere” di trovarsi altrove. Ma come si fa? Ci sono diversi modi. Usando un proxy, TOR o una VPN sarete in grado di accedere ai siti di torrenting senza troppi problemi, mascherando il vostro indirizzo IP e, in alcuni casi, la vostra identità.

Tra i tre, però, vi consigliamo vivamente di usare una VPN. Non solo i proxy ogni tanto non funzionano, ma sia i proxy sia TOR possono lasciarti vulnerabile a malware e allo sguardo di occhi indiscreti. Grazie alle VPN, invece, la vostra connessione verrà criptata dall’inizio alla fine, senza lasciarvi completamente scoperti (come succede per i proxy) o parzialmente scoperti (come succede per TOR). Le nazioni in cui questi siti sono disponibili sono, tra le altre, Svizzera, Messico e Brasile.

Quali sono le migliori VPN per accedere ai siti di torrent?

Sbloccare i motori di ricerca, dunque, può essere fatto anche da un semplice proxy. Ma, per scaricare i torrent, è sempre meglio ricorrere a una VPN, che ti può dare il massimo livello di protezione. Non tutte le VPN però si possono usare. Prima di tutto, ti consigliamo di stare alla larga dalle VPN gratis. In secondo luogo, è bene scegliere una VPN che supporta il download di torrent. In ultimo, è bene che la VPN abbia dei server in uno dei tre paesi che non oscurano i siti di torrent: Svizzera, Messico e Brasile.

Per farla breve, le VPN che consigliamo sono:

NordVPN: uno dei player più famosi e sicuramente uno dei migliori. Offre un alto livello di protezioni a prezzi abbordabili, ha una ottima policy “no log” e supporta il P2P.

NordVPN
Il modo più sicuro per accedere a Pirate Bay

ExpressVPN: una VPN non esattamente economica che offre server velocissimi e una protezione eccellente. Ottima scelta per gli appassionati di gaming. Supporta il P2P.

ExpressVPN
Il modo più veloce per accedere siti Web torrent

Surfshark: VPN relativamente giovane che offre server sicuri e stabili a prezzi molto accessibili. Anche Surfshark supporta le reti P2P.

Surfshark
Il modo più economico per accedere Il Corsaro Nero

Conclusione

Speriamo di avervi raccontanto in maniera esaustiva tutto ciò che c’è da sapere sui migliori siti di torrent ancora funzionanti nel 2020. Vi raccomandiamo, come sempre, di fare attenzione a non adottare comportamenti illeciti. Ma siamo sicuri che con la giusta VPN vi potrete sentire protetti anche da virus, malware e tentativi di phishing, purtroppo molto frequenti quando si cercano torrent. Per qualsiasi dubbio non esitate a lasciare un commento. Buon torrenting!

Lascia un commento