Giovani hacker

Sempre più giovani hacker sono in grado di hackerare un computer, un tablet, uno smartphone, una casella email o un sito internet. Questi teenager possono mettere in pericolo la privacy delle tue email, password, informazioni bancarie e altri dati sensibili. Fortunatamente c’è un modo per proteggersi e rimanere anonimi mentre si naviga in Internet.

L’hacking dei portali scolastici

Il sito olandese Veiliginternetten.nl ha recentemente condotto un sondaggio con l’obiettivo di capire le esperienze di hacking di giovani dai 12 ai 18 anni. La maggiorparte dei teenager ritiene che hackerare sia un’attività criminale, ma sono comunque curiosi di sapere come si fa. Si tratta di qualcosa di nuovo e interessante. Quasi la metà dei giovani che non hanno mai avuto a che fare con l’hacking hanno ammesso di volerci provare, prima o poi. Il sondaggio ha poi mostrato che il 5% dei teenager hanno invaso il PC di qualcun altro o sono riusciti ad entrare in una casella email. E uno scioccante 14% è riuscito addirittura ad entrare in alcuni telefonini. Non solo: i portali scolastici sono un obiettivo molto interessante per questi giovani hacker. Molte volte, ad esempio, i portali vengono temporaneamente disabilitati o addirittura penetrati per entrare nelle applicazioni che le scuole usano per mettere voti o caricare i testi delle verifiche.

Quali sono le migliori VPN per proteggersi dagli hacker?

5 Euro VPN

Combattere gli hacker è uno degli obiettivi principali di qualsiasi VPN. 5 Euro VPN non si tira indietro, a un prezzo davvero eccezionale. Si tratta di una delle scelte migliori!

Abbonati ora!

NordVPN

NordVPN è uno dei provider di servizi VPN più grandi e affidabili. Sviluppano in continuazione tutti i loro prodotti, inserendo sempre i protocolli di crittaggio più recenti per difendersi dagli hacker.

Abbonati ora!

ExpressVPN

Non possiamo davvero pensare a nessuna ragione per non consigliarvi Express VPN. Affidabile, sicura e veloce.

Abbonati ora!

Hacker etici

Gli hacker non operano però sempre nell’illegalità. Molte compagnie lavorano con gli hacker per migliorare la sicurezza dei loro siti Internet. A questi hacker etici viene dato il permesso dalle aziende per cui lavorano di cercare di penetrare i sistemi di sicurezza, in modo da migliorarli. Spesso, gli hacker agiscono senza l’autorizzazione dell’azienda ma riportano comunque le debolezze informatiche per evitare che altri possano rubarne i dati. In questi casi, le aziende decidono di non denunciare gli hacker in quanto questi hanno reso loro un servizio di vitale importanza.

Le VPN e i giovani hacker

Molti però ricorrono a pratiche illegali di hacking. Le probabilità che uno dei tuoi dispositivi venga hackerato senza che tu te ne renda conto sono aumentate tremendamente negli ultimi dieci anni. E, naturalmente, sono anche aumentate le misure di sicurezza. Usare una VPN (Virtual Private Network, rete virtuale privata) è il modo migliore per garantire l’anonimato più totale. Quando usi una VPN il tuo computer, tablet o smartphone non contatterà il sito Internet che hai cercato usando il tuo indirizzo IP, ma piuttosto lo farà con quello del server VPN. In questo modo gli hacker non hanno modo di prelevare i tuoi dati dandoti la possibilità di navigare, fare operazioni bancarie o usare una rete Wi-fi pubblica in tutta sicurezza.

Leave a Reply