Come testare una VPN

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente hai trovato il servizio che fa per te tra le VPN che abbiamo recensito. Come fare però a capire se le impostazioni sono corrette e se stiamo navigando in tutta sicurezza? Continua a leggere per saperne di più!

Alcuni utenti potrebbero non sapere esattamente cosa fare una volta installata una VPN, soprattutto se non si hanno conoscenze tecniche nel settore. Dato che molti servizi offrono diverse opzioni, è importante capire come ottenere il massimo dalla propria VPN.

Chi non se ne intende dovrebbe cercare di attivare tutti i metodi di sicurezza che il servizio di propria scelta mette a disposizione. Tra questi, consigliamo di attivare il kill-switch, di optare per un protocollo di criptaggio IPv6 e la protezione contro i leak DNS.

Ma come fare a sapere se tutto funziona come deve? Abbiamo selezionato un paio di tool che permettono di verificare il proprio livello di protezione.

Prevenire il leak dell’IP

Le VPN vengono usate principalmente per nascondere il proprio indirizzo IP: aziende e siti internet usano il tuo indirizzo IP per bombardarti di pubblicità, servizi non richiesti e molto altro. Per sapere se il proprio indirizzo IP è davvero mascherato, devi prima sapere qual è il tuo. Disconnetti la VPN e visita il sito “WhatsMyIP” per sapere qual è il tuo indirizzo IP reale.

Per non dimenticarlo, e anche per usi futuri, ti consigliamo di segnare il tuo indirizzo (anche l’IPv6, se disponibile). Successivamente, attiva la VPN e aggiorna la pagina di WhatsMyIP: dovresti vedere un indirizzo completamente diverso dal tuo, segno che la VPN sta funzionando come deve.

Leaking metaphor image

Prevenire il leak del DNS

Una delle molte minacce all’anonimato online sono i leak del DNS, falle di sicurezza che possono potenzialmente diminuire il livello di sicurezza di una VPN e permettere dunque l’accesso alle tue informazioni a chiunque le voglia scovare. Nonostante molte VPN hanno delle protezioni ad hoc, è sempre meglio controllare.

Fortunatamente, è possibile per chiunque accertarsi che la propria sicurezza non sia compromessa, utilizzando il sito DNSleak. Si tratta di un sito molto semplice, con un solo scopo: controllar che non sia possibile risalire al tuo IP tramite un leak DNS. Il sito è parecchio intuitivo, quindi non dovreste avere nessun problema ad usarlo.

Prevenire il leak dell’IPv6

L’IPv6 è il successore del protocollo di criptaggio chiamato IPv4. Il passaggio al nuovo protocollo, che avverrà gradualmente, è stato reso necessario dal numero sempre maggiore di dispositivi connessi a Internet, come stampanti, home assistant e addirittura lampadine e frigoriferi.

L’IPv6 è la risposta a questi rapidi cambiamenti, ma deve purtroppo scontrarsi con alcune problematiche. L’IPv4 è ancora largamente utilizzato, e non comunica molto bene con i dispositivi che usano il nuovo protocollo. Parlando di VPN, il problema è ben più fondato: molti provider non sono ancora in grado, a livello tecnico, di nascondere gli indirizzi IPv6. Per sapere se la tua VPN riesce a mascherare l’IP, e se stai usando il protocollo IPv6, ti invitiamo a visitare IPv6Leak.

Se hai bisogno di più informazioni sull’IPv6, il nostro blog ha quello che fa per te!

Mail anonime

Giornalisti, dissidenti e attivisti comprendono bene l’importanza dell’anonimato, soprattutto quando si tratta di inviare mail ai loro contatti. Per loro, ma anche per gli utenti normali, è fondamentale che le email non lasciano trasparire il loro IP.

Ci sono vari servizi sul mercato che ti permettono di proteggere i tuoi messaggi da occhi indiscreti. La crittografia PGP, attraverso TorGuard, è una delle opzioni, come lo è l’utilizzo di mail anonime e temporanee come Guerrillamail. Ma è anche possibile proteggere il proprio account gmail o yahoo: usando una connessione VPN, puoi controllare che le tue mail non contengano il tuo vero indirizzo IP usando siti specializzati che permettono di sapere se ciò che invii contiene a tua insaputa informazioni sensibili.

Scaricare da Bittorrent in sicurezza

Uno degli svantaggi che comporta l’uso di Bittorrent è la possibilità che il proprio IP venga smascherato. Il tool IPLeak permette di accertarsi che ciò non succeda. Premendo il tasto “Activate” nel menù “Torrent Address Detection” e utilizzando Bittorrent con il link-magnet che viene fornito, è possibile sapere qual è l’indirizzo IP che appare quando si scaricano i torrent.

Il sito IPLeak offre altri servizi che potrebbero tornarti utili: è infatti possibile controllare, tra gli altri, anche i leak WebRTC.

Ultimo consiglio: la maggior parte dei fornitori di servizi VPN utilizza i più importanti sistemi di sicurezza di default; nonostante ciò, vi consigliamo comunque di controllare che siano effettivamente attivi, e che stiano funzionando nella maniera corretta.

Buona navigazione a tutti!