La TV nostra fa ancora stabilmente parte delle abitudini della maggior parte degli italiani. Nonostante l’offerta di contenuti multimediali si sia enormemente arricchita negli ultimi anni, grazie alle nuove opzioni disponibili in termini di piattaforme streaming come Netflix e Prime Video, il buon vecchio tubo catodico (o l’equivalente odierno, decisamente più slim fit) è ancora saldamente al primo posto fra le soluzioni predilette dai nostri compatrioti per la fruizione di contenuti.

E’ proprio per questo che l’italiano medio si ritrova in crisi, nel momento in cui deve scegliere la destinazione sue vacanze: quell’intrigante meta estera che si desidera visitare da anni, ma senza i tanto amati canali RAI, o magari il solido lido marittimo da dove però poter guardare Vespa e la Clerici?

Eh, bel dilemma.

Fortunatamente, le risorse tecnologiche di oggi offrono una risposta a questo chiaro problema, grazie alla soluzioni che consentono di portare i programmi RAI in vacanza con noi, anche in una meta diversa da quelle italiane.

Guardare la RAI all’estero: è possibile?

Sì, ma… no.

Alcuni potrebbero essere portati a pensare, erroneamente, che la RAI sia disponibile anche all’estero semplicemente sintonizzando il proprio televisore sui canali dedicati. Ma la cosa è possibile solo raramente, poiché la disponibilità dei canali RAI all’estero è a discrezione delle strutture turistiche, che possono decidere di dedicare (o non decidere) parte del loro budget all’acquisto del pacchetto con il quale poter guardare i canali RAI anche al di fuori di confini italiani. rai streaming

Le possibilità che ciò accada, tuttavia, non sono così generose. Anzi, è un’eventualità più unica che rara, e sulla quale è bene non contare.

Anche le piattaforme streaming come RAI Play non saranno d’aiuto. Purtroppo per gli appassionati RAI, questi servizi online non consentono la riproduzione dei contenuti agli utenti che si connettono da un paese diverso dall’Italia.

Perché è così difficile guardare la RAI all’estero?

Beh, la motivazione è molto semplice: la RAI ti sta spiando.

No dai, scherziamo. Cioè, in realtà non possiamo saperlo, ma non ne hanno comunque bisogno, perché sei tu ad informarli della tua posizione, e dopo averla registrata procederanno gentilmente a bloccarti l’accesso a RAI Play ed al tuo programma preferito. Così impari a fare le vacanze all’estero.

La cosa è possibile grazie al tuo indirizzo IP, una sorta di documento virtuale che ti porti sempre dietro quando navighi online, e che ogni sito internet può visualizzare.

Questo documento riporta anche la tua esatta posizione, anch’essa nota ad ogni portale a cui cerchi di accedere. Date queste premesse, basterà impostare il servizio streaming facendo in modo che agli indirizzi IP proveniente dall’Italia si permesso guardare i canali RAI, mentre a tutti gli altri venga restituito un messaggio d’errore.

Simpatico, vero? Meraviglie della tecnologia.

Come guardare la RAI all’estero: la soluzione

Fortunatamente, per ogni addetto ai lavori ligio al dovere che si impegna per far sì che le regole vengano rispettate, ce n’è un altro che si prodiga per aggirarle.

Una tecnologia piuttosto interessante della quale possiamo avvalerci per superare questo (ingiusta, diciamocelo) restrizione geografica, sono le VPN.

Anche chiamate Virtual Private Network, le VPN assolvono a diversi compiti, come un aumento della sicurezza e la protezione della privacy. Ma vengono maggiormente utilizzate per poter fruire di contenuti che normalmente non sono disponibili in determinate località.

Il modo in cui queste VPN funzionano, è davvero molto semplice. Tutto ciò che si deve fare è sceglierne una, installare il client e selezionare dall’interfaccia (sempre molto intuitiva, nel caso delle VPN) un server localizzato in un paese dal quale si possa guardare il contenuto a cui si è interessati.

Esempio: siete in Spagna, e volete guardare la RAI? Bene, quello che dovete fare è selezionare un server italiano dal client della VPN, connettervi ad esso, e poi collegarvi al sito RAI Play. Come per magia, quel fastidioso messaggio d’errore sarà sparito, e potrete guardare i vostri programmi preferiti.

Questo perché, grazie alla VPN, il vostro indirizzo IP verrà sostituito con uno italiano, e RAI Play vi crederà degli utenti connessi dall’Italia. 

raiplay film

Quale VPN scegliere

Le VPN di qualità sono davvero moltissime.

Negli ultimi 10 anni, l’offerta del mercato si è aggiunta di moltissime nuove soluzioni, ed è quindi diventato semplice trovare dei buoni servizi. Tuttavia, c’è anche molta pubblicità che potremmo definire ingannevole. Alcune VPN, ad esempio, omettono di specificare alcune limitazioni delle quali dovreste essere consapevoli.

Quando scegliete una VPN, assicuratevi sempre che il servizio soddisfi almeno due requisiti:

  • Velocità. Tutte le VPN rallentano la connessione. Non ci sono eccezioni, è uno spiacevole ma inevitabile svantaggio insito in tutti i servizi di questo tipo. Ciò detto, alcune VPN rendono questo rallentamento impercettibile.
    I testi effettuati su ExpressVPN ad esempio, hanno restituito delle velocità grazie alle quali non faticherete a godervi lo streaming dei vostri contenuti preferiti.
  • Capacità di aggirare le geo restrizioni. Ebbene sì, nonostante l’utilizzo principale di questi servizi resti il superamento dei limiti geografici imposti dai servizi streaming, non tutte le VPN riescono, all’atto pratico, a farvi accedere ai contenuti che vorreste.
    NordVPN, rientra invece nel novero di servizi davvero in grado di farsi beffe di qualsiasi geo-restrizione.

Conclusione

Eccoci giunti alla fine di questa guida.

Come avete visto, poter guardare la RAI all’estero non è poi così complesso. Tutto quello che serve è una buona VPN. Nel nostro portale troverete moltissime informazioni su ogni servizio principale oggi disponibile sul mercato, e nel giro di pochi minuti saprete quale possa fare al caso vostro.

Insomma, non vi resta che scegliere una VPN, avviarla, e godervi lo streaming dei vostri programmi preferiti firmati RAI.

Buona visione!

Lascia un commento