In un nostro recente articolo abbiamo parlato di “The Pirate Bay” e degli sforzi che il governo italiano ha messo in atto per oscurarlo. Se i meno anglofoni di voi non sanno di cosa si tratta, probabilmente conoscerete la controparte italiana: Il Corsaro Nero.

Nell’era di Spotify e Netflix, sempre meno persone cercano di utilizzare i torrent per scaricare musica, film o serie TV. Nonostante ciò, Il Corsaro Nero rimane uno dei siti più utilizzare per cercare torrent e scaricare file.
Il Corsaro Nero torrent

Perché il governo ha oscurato Il Corsaro Nero

In Italia, come pure nel resto del mondo, le leggi sul diritto d’autore vietano espressamente il download di materiale protetto da copyright. I siti che permettono di cercare dei torrent per scaricare musica, serie TV e film, dunque, non sono visti di buon’occhio.

Per questo motivo, questi siti vengono oscurati dagli ISP italiani (come Vodafone, Tim, Fastweb, ecc.) sotto espressa richiesta dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

Il Corsaro Nero, insieme ad altri siti come The Pirate Bay e Kickass Torrent, è finito vittima di questo oscuramento.

Torrent illegali

Infatti, se provassi ad accedervi, anche conoscendo l’URL, il tuo fornitore di servizi Internet bloccherebbe l’accesso tramite quello che viene chiamato “blocco DNS”.

L’unica soluzione, dunque, è cercare di connettersi a Il Corsaro Nero “facendo finta” di non trovarsi in Italia.

Ma come fare?

Come posso accedere a Il Corsaro Nero dall’Italia?

Iniziamo subito col dire che il mero accedere a Il Corsaro Nero non costituisce reato, e scaricare torrent in Italia è permesso – anche se ciò potrebbe cambiare in futuro.

Ciò che non è mai ammesso, e che non condoniamo o consigliamo di fare, è scaricare materiale coperto da diritti d’autore.

Il Corsaro Nero, però, come così tanti motori di ricerca per torrent, contiene decine di migliaia di file musicali, film, cortometraggi e libri per i quali i diritti d’autore non sono più validi, o per i quali non sono addirittura mai esistiti.

Per accedere, dunque, è necessario utilizzare un sistema che possa eludere i blocchi degli ISP, magari mascherando la richiesta come se arrivasse dall’estero.

I paesi che non bloccano Il Corsaro Nero sono, tra gli altri, Svizzera, Brasile e Messico.

Per fare ciò, esistono tre possibilità:

1. Tor: Tramite l’utilizzo di un browser Tor, tutte le richieste Internet che farai verranno criptate più volte, impedendo all’ISP di bloccare l’accesso ai siti oscurati in Italia. Purtroppo, però, se il nodo di uscita non si trova in uno dei paesi in cui non è bloccato, ti sarà impossibile accedervi. Per farlo, dovrete specificare il punto di uscita del circuito TOR, cosa che richiede conoscenze tecniche molto approfondite.

2. Proxy: Differentemente da Tor, il proxy si interpone semplicemente tra te e il sito Internet che richiedi. In questo modo il tuo ISP penserà che stai chiedendo un’altra risorsa, e il proxy si interpone facendo la richiesta al posto tuo.

3. VPN: Connettendosi a un server VPN che si trova al di fuori dell’Italia, il tuo indirizzo IP sarà mascherato e sarà dunque impossibile per il tuo fornitore di servizi Internet bloccare i siti oscurati.

Perché scegliere una VPN per accedere a Il Corsaro Nero?

Tra le tre opzioni, dunque, sembrerebbero non esserci differenze sostanziali. Questo, però, non può essere nulla di più lontano dalla realtà.

  • Tor: Seppure Tor cripta la connessione più e più volte, i nodi di entrata e di uscita non sono mai sicuri, e possono dunque essere monitorati per vedere chi fa la richiesta (leggendo il nodo di entrata) o quale questa richiesta sia (leggendo il nodo di uscita).
  • Proxy: I proxy non hanno nessuna funzionalità di criptaggio. Essi si limitano a interporsi tra te e la pagina che stai richiedendo. Dunque, è molto facile ricondurre la tua attività online al tuo indirizzo IP.
  • VPN: Le VPN, oltre a mascherare il tuo indirizzo IP, criptano la tua connessione rendendola illeggibile, permettono download ad alte velocità sulle reti P2P e ti proteggono dal malware. Oltretutto, le migliori VPN, hanno una policy “no log”, per la quale non si salvano i siti che visiti, i file che scarichi o la durata della connessione.

Arrivati a questo punto, dunque, dovrebbe essere chiaro che la scelta giusta, e la più sicura, è senza dubbio la VPN.
come scaricare da il corsaro nero

Qual è la migliore VPN per accedere a Il Corsaro Nero?

Nonostante la VPN sia la migliore opzione per accedere a Il Corsaro Nero, non tutte le VPN sono create ugualmente.

A questo proposito, è bene ricordare che è sempre meglio evitare di usare VPN gratuite, in quanto oltre a non essere sicure, spesso finiscono per vendere i tuoi dati piuttosto che proteggerli.

E, tra le VPN a pagamento, dovresti sceglierne una che implementi una policy “no log”.

Noi ti consigliamo:

1. NordVPN: sicura, veloce, economica e con una policy “no log”. La VPN per tutti i giorni.

NordVPN
Il modo più sicuro per accedere a Il Nero Corsaro

2. ExpressVPN: consigliata a chi cerca velocità altissime e protezione senza compromessi. Consigliata specialmente per chi vuole ridurre il lag nel gaming.

ExpressVPN
Il modo più veloce per accedere a Il Nero Corsaro

3. Surfshark: un nuovo player che offre alta sicurezza, server veloci e prezzi davvero abbordabili.

Surfshark
Il modo più economico per accedere a Il Nero Corsaro

Avanti!

Come già detto accedere a Il Corsaro Nero è facile con gli strumenti adatti.

Se vuoi farlo per eseguire attività lecite come il download di file a libero utilizzo, grazie alle VPN potrai farlo in tutta sicurezza e senza paura che occhi indiscreti controllino cosa fai.

Buona navigazione, ARRRRR!

Lascia un commento